Consigli

Manutenzione del parquet: come farla

Perché le persone amano il parquet

Quando si tratta di scegliere la pavimentazioni, si apre davanti a noi un ampio ventaglio di scelte. Una delle più belle che potremmo fare è quella di montare un parquet. Questo materiale è l’emblema dell’eleganza, quello che più di ogni altro donerà calore ai nostri ambienti. Le venature del legno, che convergono nei nodi di svariati diametri, la sua tonalità calda e la superficie leggermente imperfetta sono i dettagli che andranno ad impreziosire ed arricchire i nostri ambienti.

E’ anche vero che questa scelta comporterà un maggior livello di cura ed attenzione da parte nostra. In questo articolo parleremo di quali accorgimenti sarà utile prendere per mantenere in buono stato il nostro parquet.

Come prevenire l’usura

Un primo aspetto di cui tener conto è che possiamo fare molto per evitare di rovinare le superfici. Una soluzione semplice ed efficace in tal senso è quella di toglierci le scarpe prima di entrare. L’ideale sarebbe quello di camminare scalzi, ma potremo utilizzare anche delle pantofole da casa. Non dovremo far altro che posizionare una piccola scarpiera all’entrata.

In questo modo non soltanto eviteremo di portare nell’ambiente domestico germi e batteri provenienti dall’esterno, ma anche dei piccoli sassolini che andrebbero a graffiare le superfici. Quando contattiamo la ditta per montare il parquet Roma, lasciamoci consigliare sulla tipologia di legno da utilizzare. Non tutti i legni sono uguali. Esistono tipologie di legno ancora più resistenti e che non si rovinano così facilmente, mentre altri sono più delicati.

La procedura per pulire il parquet

Per pulire il parquet dovremmo prima di tutto aspirare lo sporco secco. Se utilizziamo un robot aspirapolvere, assicuriamoci che abbia delle setole per parquet, che sono più morbide e rispettose della superficie. In alternativa possiamo avvalerci di una scopa con setole morbide ed una paletta.

Ricordiamoci di eliminare SEMPRE lo sporco secco prima di procedere al lavaggio.

Per lavare il parquet, utilizziamo uno straccio umido. Passando uno straccio troppo bagnato corriamo il rischio che l’acqua in eccesso venga assorbita dalle fibre del legno.

Il movimento per lavare dovrebbe seguire la direzione delle venature del legno.

Scegliere con cura i prodotti per la pulizia

Che dire dei prodotti che utilizziamo? Evitiamo assolutamente dei detersivi troppo aggressivi, che con il tempo potrebbero corrodere e sbiadire la parte superficiale del legno, facendogli perdere tutta la sua bellezza originale. Prediligiamo solamente dei prodotti specifici per la pulizia del parquet, che di solito sono più delicati e possono esercitare anche un effetto nutritivo e ravvivante su di esso.

Ricorrere alla manutenzione quando necessario

Dopo diversi anni, comunque, e nonostante le nostre attenzione, il parquet potrebbe presentare il conto legato al normale calpestio. Anche in questi casi esistono delle soluzioni adatte. Non pensiamo subito ad una sostituzione del pavimento. Esistono infatti delle ditte specializzate che, in funzione dell’entità e della profondità dell’usura, saranno in grado di riportare il parquet al suo stato iniziale attraverso lavori di pulizia e levigatura approfondita con dei macchinari appositi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *