Notizie

Leclerc: pole confermata, nessuna sanzione a causa del giro di rientro troppo lento

Nessuna sanzione neanche per Perez, accusato di non aver rallentato con le bandiere gialle

Charles Leclerc ha ottenuto definitivamente la pole del GP d’Australia. Il monegasco della Ferrari era stato accusato dopo la pole a Melbourne di aver effettuato un giro di rientro senza rispettare il delta di velocità, avendo guidato troppo lentamente. Tuttavia, dopo le spiegazioni del pilota, i commissari di gara hanno decretato la regolarità del comportamento del monegasco, così domani potrà cominciare con la pole definitivamente.

Le spiegazioni di Leclerc

La Ferrari e Leclerc hanno spiegato alla direzione gara che il giro accusato era di rallentamento, non di rientro, soggetto a misurazione del delta regolamentare. A metà del giro, il team ha deciso poi di far rientrare il pilota ai box. A causa del grande traffico, Leclerc ha posto maggiore attenzione a non ostacolare altri piloti, fatto che lo ha costretto a rallentare oltremodo, violando il delta imposto per la velocità. La direzione gara ha dunque valutato che il comportamento del pilota è stato regolare e ha deciso di non prendere ulteriori azioni.

Se ti piacciono le scommesse sportive, visita il sito di reloadbet scommesse

La situazione di Sergio Perez

Oltre a Charles Leclerc, non è stata imposta alcuna sanzione neanche per Sergio Perez. Il pilota era stato indagato per non avere decelerato durante il regime delle bandiere gialle durante appunto il Q2: con la telemetria, tema e pilota hanno potuto constatare e dimostrare di aver rallentato e preso le misure di sicurezza adatte per la situazione di pericolo.

Alexander Albon squalificato

Tra i sanzionati di giornata c’è Alexander Albon, cui il risultato, che era 16°, è stato tolto con squalifica. Il pilota della Williams non ha passato i controlli di fine sessione perché non è stato possibile estrarre dalla sua monoposto il quantitativo minimo di carburante richiesto dal regolamento. Il team ha così chiesto ed ottenuto dai commissari la possibilità di poter comunque partecipare alla gara: il pilota dovrà cominciare dal fondo dello schieramento. Se vuoi acquistare una chitarra e desideri alcuni consigli a riguardo, qui puoi leggere le caratteristiche e i vari modelli di chitarra acustica.

La decisione dei commissari

Quello che ha comunque causato più stupore era il nome di Charles Leclerc: il monegasco, primo davanti al campione Verstappen, era stato accusato per un giro di rientro dove avrebbe rallentato troppo, non rispettando i limiti minimi di velocità del regolamento, il cosìdetto delta di velocità. Confermata la pole. Il tutto dopo la decisione dei commissari; comincierà dalla pole seguito da Verstappen e Perez. Ha rischiato di essere colpevole, secondo il regolamento, dell’articolo 33.4 del regolamento sportivo, il quale dichiara che nessuna monoposto può essere guidata lentamente senza un motivo comprovato, perché è un rischio per gli altri piloti. Gli steward hanno considerato che Leclerc stesse appunto svolgendo un giro di defaticamento non soggetto al tempo massimo per essere conlcuso: nessuna sanzione per Leclerc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.